[x]
REGISTRATI

Caccia alle Allodole

descrizione

Caccia all’Allodola

L’Allodola appartiene alla famiglia delle Alaudidi, la più comune è l’Allodola canterina. E’ un uccello migratore e sverna nell’Europa occidentale. Si caccia principalmente durante il “passo”, da ottobre a novembre e durante il “ripasso che va da marzo ad aprile.

Habitat ideale di questo selvatico sono tutti quei luoghi molto aperti come terreni arati, prati, stoppie e non ama i terreni bagnati.

La caccia classica alle allodole è di appostamento e si fa principalmente con lo specchietto, con zimbelli o con la civetta dalla quale l’allodola è fortemente attratta. Ovviamente è vietato l’uso della civetta viva, si utilizzano civette di plastica. In questo tipo di caccia assume molta importanza l’abbigliamento mimetico in quanto le zone di caccia sono terreni molto aperti e con vegetazione bassa.

Altro tipo di caccia è quella vagante al frullo che è sicuramente la più entusiasmante ma bisogna avere ottimi riflessi, velocità di tiro e saper utilizzare bene il richiamo a bocca. L’utilizzo del fischietto è fondamentale soprattutto nel periodo autunnale, durante il passo quando le allodole emettono due tipi di versi – “crio crio” e “pio pio”. Il “crio crio” si utilizza ad intervalli regolari quando le allodole sono ancora lontane, quando sono più vicine, si utilizza il “pio pio”. 

Per quanto riguarda i fucili per la caccia da appostamento si consiglia di utilizzare calibri molto leggeri, un calibro 20 è l’ideale. Per la caccia vagante si preferiscono calibri 12 a causa della distanza dei tiri che può diventare notevole. Per quanto riguarda le cartucce per un calibro 12 si preferiranno di 28/30 grammi di piombo per il calibro 20 di 22 grammi.

 

Organizza con noi la tua CACCIA ALLE ALLODOLE IN ROMANIAGRECIA, MACEDONIA 

i nostri programmi

PROSSIMI TOUR